• A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • K
  • L
  • M
  • O
  • P
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
A
ANALISI FONDAMENTALE

L'uso di dati economici e politici per elaborare i futuri movimenti dei mercati.

ANALISI TECNICA

Si tratta di un nome generico dato ai tentativi di prevedere i movimenti del mercato attraverso i grafici, le tendenze dei prezzi e i volumi.

ARBITRAGGIO

Si tratta dell'acquisto e della vendita simultanei di un'attività per trarre profitto da uno squilibrio di prezzo.

ASSET

Qualcosa che ha un valore economico. Nel forex, le attività possono riguardare le valute detenute.

AUSSIE

Nel trading, è il modo in cui il dollaro australiano viene più comunemente indicato.

B
BANCA CENTRALE

È la principale istituzione economica di un paese che fornisce fondi al governo e al sistema bancario commerciale. Stabilisce inoltre i tassi di interesse e altre politiche monetarie, oltre a emettere moneta.

BANDA

Conosciuta anche come Trading Band, è l'intervallo in cui una valuta può muoversi rispetto a un'altra valuta in base a condizioni preesistenti imposte dal governo locale.

BANDE DI BOLLINGER

È il cosiddetto indicatore tecnico. Presenta tre bande che vengono utilizzate per determinare e prevedere i movimenti dei prezzi. I prezzi troveranno spesso resistenza nella banda superiore e supporto nella banda inferiore.

BILANCIO DEI PAGAMENTI

È il resoconto di tutti i pagamenti effettuati tra i residenti di un Paese e il resto del mondo in un periodo di tempo, come un trimestre o un anno.

C
CAPITALE DI RISCHIO

È l'ammontare del capitale che un individuo può permettersi di perdere. Questo importo non dovrebbe mai mettere a rischio la stabilità finanziaria complessiva di un trader.

CASSA

È un tipo di transazione di scambio che viene regolata il giorno stesso in cui viene effettuata. È un termine solitamente utilizzato solo nei mercati americani.

CONTRATTO

Si tratta di un accordo che prevede l'acquisto o la vendita di una certa quantità di una determinata valuta o di un'opzione per un determinato periodo di tempo in un momento futuro.

CONVERSIONE

È il processo che vede un'attività o una passività valutata in una valuta scambiata con un'attività o una passività in una valuta diversa.

COPPIA DI VALUTE

Le due valute che costituiscono un tasso di cambio. EUR/USD è la coppia di valute più scambiata al mondo.

D
DAY TRADER

Chi compra e vende un'attività nell'arco della stessa giornata. Questo tipo di trading è più comunemente praticato nel mercato forex.

DAY TRADING

È l'attività svolta da quei trader che acquistano e vendono posizioni nell'arco della stessa giornata.

DATA DI CONSEGNA

Il giorno in cui un'operazione su azioni, obbligazioni o opzioni deve essere regolata. In FX questa data è solitamente indicata come data di valuta.

DATA DELL'OPERAZIONE

La data in cui avviene un'operazione.

DATA DELLA TRANSAZIONE

È la stessa data dell'operazione.

DEPOSITO DI SICUREZZA

È la stessa cosa del margine. È l'importo del deposito che si deve versare per aprire una posizione.

DEPRESSIONE

È il momento in cui una valuta o un'altra attività scende di valore.

DOJI

È un modello comunemente utilizzato nell'analisi tecnica. La sua formazione a candela è molto piccola, in quanto traccia i prezzi di apertura e chiusura che sono quasi uguali.

DOMANDA

È il prezzo che un acquirente può accettare quando acquista una coppia di valute.

E
EUR

Rappresenta l'euro, la valuta utilizzata da 19 dei 27 Paesi dell'Unione Europea.

F
FOMC

È un'emanazione della Federal Reserve che detta la politica monetaria negli Stati Uniti.

FONDAMENTALI

Sono i fattori macroeconomici che possono determinare i movimenti dei prezzi, come i tassi di interesse, la bilancia commerciale e i tassi di crescita.

FOREX

Il termine più comunemente usato per indicare il trading in valuta estera.

FX

Abbreviazione comunemente usata anche per indicare il trading di valuta estera.

G
GAMMA

È la differenza tra il prezzo massimo e minimo di un'attività in un determinato periodo di tempo. Il range del giorno è costituito dal punto più basso rispetto al punto più alto di quel particolare giorno.

GESTIONE DEL RISCHIO

I trader intelligenti mettono in atto piani che consentono loro di gestire i rischi a cui si espongono le loro operazioni.

GIORNO LAVORATIVO

È un giorno in cui i mercati sono aperti alle contrattazioni. Nel caso in cui la banca di un paese sia chiusa, non è possibile effettuare operazioni in valuta nella banca chiusa.

GRAFICO A CANDELE

Uno degli indicatori tecnici più popolari e utilizzati. Il grafico segue l'andamento dei prezzi del giorno. Quando la chiusura è superiore all'apertura, il corpo della candela è verde o blu. Quando la chiusura è inferiore all'apertura, la candela è rossa.

GRAFICO A LINEE

È uno dei grafici più semplici utilizzati per seguire i movimenti dei prezzi in un periodo di tempo. Spesso viene utilizzato insieme ad altri grafici per effettuare analisi inter-mercato.

H
HEDGING

È il caso in cui un trader cerca di coprire una posizione aprendone un'altra. Di solito è impostato per proteggersi dalle perdite.

I
INDICATORI ANTICIPATORI

Si tratta di una statistica sull'attività economica che spesso precede le variazioni dei tassi di crescita e altre tendenze significative dei prezzi.

INFLAZIONE

È il caso in cui i prezzi aumentano e il valore d'acquisto del denaro diminuisce.

K
KIWI

Il termine più comunemente usato per indicare il dollaro neozelandese.

L
LEVIGO

Il termine più comunemente usato per indicare la capacità di un trader di utilizzare il margine per effettuare operazioni più ampie. La leva finanziaria può consentire guadagni maggiori ma potrebbe peggiorare le perdite.

LIQUIDITÀ

Si riferisce alla frequenza e ai livelli di negoziazione di un determinato asset. Se un'attività ha un'elevata liquidità, significa che molte persone la comprano e la vendono. Una bassa liquidità significa che quel particolare asset è poco interessante per i trader.

LIMITE DI INGRESSO

Un ordine di acquisto di una valuta o di un altro asset a un prezzo futuro stabilito dal trader. Se il mercato si muove nella direzione opposta, è possibile che l'ordine non venga realizzato.

LINEA DI TENDENZA

Linee rette tracciate per seguire le tendenze dei prezzi. I picchi e le depressioni crescenti seguono i trend rialzisti. I picchi e i cali segnalano una tendenza al ribasso. Se una linea di tendenza viene rotta, di solito significa che sta per verificarsi un'inversione di tendenza.

LONG

È il caso in cui un trader effettua un'operazione con l'aspettativa che il prezzo salga in futuro.

LOONEY

È il nome più comunemente usato per indicare il dollaro canadese.

LOTTO

È il numero standardizzato di unità che vengono scambiate in una transazione fx. Un lotto standard equivale a 100.000 unità della valuta di base. 10.000 unità sono note come Mini. 1.000 unità è un micro lotto.

M
MARGINE

Il margine consente di operare con una leva finanziaria e di trarre maggiori profitti dai movimenti di prezzo, ma potrebbe anche accelerare le perdite. Se ad esempio fate un'operazione con un margine di 50:1, dovrete rischiare solo 10 dollari per aprire un'operazione da 500 dollari.

MARGIN CALL

Si effettua quando un trader non ha abbastanza garanzie per coprire le potenziali perdite. Le posizioni possono essere chiuse se non si aggiungono altre garanzie.

MARGINE INIZIALE

È la percentuale di un titolo che deve essere coperta da un deposito per aprire una posizione.

MARKET ORDER

È il caso in cui un trader effettua un acquisto o una vendita immediata al tasso di mercato corrente.

MERCATO BEAR

Si parla di mercato BEAR quando i prezzi hanno una tendenza al ribasso. Un mercato BEAR può durare settimane o mesi.

MERCATO BULL

Un mercato BULL è quello in cui i prezzi hanno una tendenza al rialzo. Un mercato BULL può durare settimane o mesi.

O
OFF-QUOTE

Può verificarsi in caso di mancanza di liquidità nel mercato che si desidera negoziare. Può anche verificarsi in momenti di volatilità eccezionalmente elevata del mercato.

OFFERTA

È il prezzo che un acquirente può accettare quando vende una coppia di valute.

ORO

Sistema in cui il prezzo dell'oro determinava il valore di una valuta. Questo sistema è stato abbandonato dopo la Grande Depressione degli anni Trenta.

OVER THE COUNTER (OTC)

Si tratta di qualsiasi tipo di transazione che non viene effettuata in una borsa valori fisica.

OVERNIGHT

Un'operazione che si protrae da un giorno all'altro.

P
PANIERE

È un portafoglio selezionato di valute che vengono raggruppate e i cui valori ponderati vengono utilizzati per determinare il valore di un'altra valuta.

PEGGED

È il caso in cui due valute sono equiparate nei loro movimenti. Alcune valute hanno bande di movimento in cui possono muoversi, altre sono più rigide e hanno una minore deviazione.

PIP

Il PIP è il movimento più piccolo che può essere registrato nel mercato dei cambi. Nella maggior parte delle coppie di valute, questo movimento è pari a 0,0001. Nella coppia USD/JPY il PIP più piccolo è 0,1.

POSIZIONE

La posizione è lo stato di un'operazione impegnata. Può trattarsi di una posizione aperta, come definito in precedenza, o di una posizione chiusa di recente.

POSIZIONE APERTA

Si tratta di un'operazione in corso. Può essere un acquisto o una vendita, una posizione lunga o corta.

PRODOTTO INTERNO LORDO

Misura monetaria di tutti i beni e servizi prodotti da un Paese in un determinato periodo.

PRODOTTO NAZIONALE LORDO

Simile al prodotto interno lordo, ma in questa cifra sono inclusi anche tutti i redditi che provengono dall'esterno dei confini del Paese.

R
RALLY

È il caso in cui il prezzo continua a muoversi verso l'alto, in particolare dopo un periodo in cui il prezzo è stato in difficoltà.

REGOLAZIONE

È un'operazione effettuata da una banca centrale quando è necessario correggere squilibri di pagamento o problemi con il tasso di cambio della valuta di una nazione.

RESISTENZA

È il punto in cui gli analisti si aspettano che avvenga la vendita.

RISERVA FEDERALE (FED)

È la banca centrale degli Stati Uniti.

ROLLOVER

È l'ammontare degli interessi che una posizione aperta matura durante la notte.

S
SCADENZA

Conosciuta anche come "ultimo giorno di negoziazione", i trader devono chiudere le loro opzioni prima di questo giorno per realizzare i loro profitti o le loro perdite.

SCAMBIO DI VALUTA ESTERA

L'acquisto e la vendita di una valuta contro un'altra. Il trading online di forex prevede transazioni fuori borsa.

SEGNALE D'ACQUISTO

È un segnale determinato dall'analisi tecnica utilizzata dal trader. Quando si verificano determinate condizioni, questo segnale indica che è un buon momento per acquistare.

SHORT

È l'opposto di una posizione long. In una posizione short, il trader si aspetta che il prezzo diminuisca in futuro.

SLIPPAGE

Si riferisce alla differenza che a volte si può riscontrare nel valore del pip tra il momento in cui viene piazzato un ordine di mercato e il momento in cui viene eseguito.

SOFT MARKET

In questo scenario, ci sono più venditori che compratori. Ciò si traduce solitamente in un rapido calo dei prezzi.

SOSTEGNO

L'opposto di resistenza. È il punto in cui i trader dovrebbero acquistare.

SPIKE

È il caso in cui il prezzo sale improvvisamente. Lo stesso termine viene utilizzato per le grandi e improvvise cadute di prezzo.

SPREAD

È la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita.

SPREAD BID/ASK

È la differenza tra il prezzo bid e il prezzo ask, ovvero tra il prezzo di acquisto e quello di vendita.

STERLING

È un altro nome per la sterlina britannica, che nel forex è nota come "cable".

STOP ALL'INGRESSO

Si tratta di un'istruzione di acquisto o vendita quando un'azione o una valuta raggiunge un determinato prezzo. Un ordine di acquisto fissa un prezzo superiore al tasso di cambio corrente, mentre un ordine di vendita viene fissato al di sotto del tasso di cambio corrente. Questo strumento serve a proteggere i trader da forti perdite e a tutelare i profitti.

STOP DI TRACOLLO

Si tratta di un prezzo di stop-loss fissato al di sopra o al di sotto del prezzo corrente, che può essere modificato in base al movimento del prezzo.

SWAP

È la differenza tra i tassi d'interesse delle banche centrali per ciascuna valuta di una coppia, nonché la commissione del broker, quando le posizioni vengono lasciate aperte durante la notte. Lo swap può essere positivo o negativo a seconda delle variazioni dei tassi di interesse.

SWAP DI VALUTA ESTERA

Si tratta dell'acquisto e della vendita simultanei di quantità identiche di una valuta contro un'altra, ma con due date di valuta diverse. Di solito viene effettuato per garantire prestiti in una valuta estera a tassi di interesse più favorevoli.

SWISSY

È il nome più comunemente usato per indicare il franco svizzero nel forex.

T
TASSO

È il prezzo di una valuta rispetto a un'altra.

TASSO BANCARIO

Il tasso di interesse al quale la banca centrale concede prestiti alle banche nazionali.

TASSO CENTRALE

È il tasso di cambio di una valuta rispetto all'unità monetaria europea. Ciascuna valuta può muoversi in una piccola fascia rispetto al tasso centrale.

TASSO DI CAMBIO

È un tasso di cambio che si ottiene calcolando i tassi di due valute rispetto a una terza, di solito il dollaro USA.

TASSO DI CHIAMATA

Il tasso di interesse sui prestiti a chiamata. Si tratta di prestiti che devono essere pagati a vista.

TASSO FED FUND

È il tasso d'interesse al quale le banche possono prendere in prestito e prestare reciprocamente su base overnight. Indica anche l'opinione della Federal Reserve sullo stato attuale dell'offerta di moneta.

TENDENZA

Termine utilizzato per descrivere il movimento del prezzo. Le tendenze possono riferirsi sia a movimenti al rialzo che al ribasso del prezzo. Un trend minore è quello che si verifica nell'arco di un mese. Una tendenza intermedia si estende da 1 a 6 mesi. Una tendenza maggiore è quella che dura da un anno o più.

THIN MARKET

È il caso in cui il volume degli scambi è basso e la liquidità del mercato è scarsa. Ciò comporta ampi spread tra i prezzi di domanda e di offerta.

TICK

La più piccola variazione nel movimento del prezzo. Può essere sia al rialzo che al ribasso.

TRANSAZIONE

È ciò che avviene quando viene eseguita un'operazione di acquisto o di vendita.

U
UPTICK

Si tratta di una transazione per uno strumento che viene effettuata a un prezzo superiore a quello dell'operazione precedente.

V
VALUTA BASE

È la valuta rispetto alla quale vengono quotati i tassi in una coppia di valute. Nel caso di USD/JPY, ad esempio, la valuta di base è l'USD. La valuta di base è sempre la prima della coppia.

VALUTA CONVERTIBILE

È una valuta che può essere liberamente convertita in un'altra valuta e per qualsiasi scopo senza la necessità di un'autorizzazione da parte della banca centrale competente.

VALUTA FISSA

Qualsiasi valuta facilmente commerciabile e convertibile in altre valute. Una caratteristica dovrebbe essere che è improbabile che il suo valore si deprezzi improvvisamente.

VALUTA QUOTA

È la seconda valuta quotata in una coppia. Nel caso di EUR/USD, la valuta di quotazione è il dollaro USA. La valuta di quotazione è nota anche come valuta secondaria o valuta di contropartita.

VOLATILITÀ

La volatilità è una misura del livello dei movimenti all'interno di un mercato o di un asset. Un'elevata volatilità può portare grandi rendimenti, ma rappresenta anche un rischio più elevato.

Glossario

A
ANALISI FONDAMENTALE

L'uso di dati economici e politici per elaborare i futuri movimenti dei mercati.

ANALISI TECNICA

Si tratta di un nome generico dato ai tentativi di prevedere i movimenti del mercato attraverso i grafici, le tendenze dei prezzi e i volumi.

ARBITRAGGIO

Si tratta dell'acquisto e della vendita simultanei di un'attività per trarre profitto da uno squilibrio di prezzo.

ASSET

Qualcosa che ha un valore economico. Nel forex, le attività possono riguardare le valute detenute.

AUSSIE

Nel trading, è il modo in cui il dollaro australiano viene più comunemente indicato.

B
BANCA CENTRALE

È la principale istituzione economica di un paese che fornisce fondi al governo e al sistema bancario commerciale. Stabilisce inoltre i tassi di interesse e altre politiche monetarie, oltre a emettere moneta.

BANDA

Conosciuta anche come Trading Band, è l'intervallo in cui una valuta può muoversi rispetto a un'altra valuta in base a condizioni preesistenti imposte dal governo locale.

BANDE DI BOLLINGER

È il cosiddetto indicatore tecnico. Presenta tre bande che vengono utilizzate per determinare e prevedere i movimenti dei prezzi. I prezzi troveranno spesso resistenza nella banda superiore e supporto nella banda inferiore.

BILANCIO DEI PAGAMENTI

È il resoconto di tutti i pagamenti effettuati tra i residenti di un Paese e il resto del mondo in un periodo di tempo, come un trimestre o un anno.

C
CAPITALE DI RISCHIO

È l'ammontare del capitale che un individuo può permettersi di perdere. Questo importo non dovrebbe mai mettere a rischio la stabilità finanziaria complessiva di un trader.

CASSA

È un tipo di transazione di scambio che viene regolata il giorno stesso in cui viene effettuata. È un termine solitamente utilizzato solo nei mercati americani.

CONTRATTO

Si tratta di un accordo che prevede l'acquisto o la vendita di una certa quantità di una determinata valuta o di un'opzione per un determinato periodo di tempo in un momento futuro.

CONVERSIONE

È il processo che vede un'attività o una passività valutata in una valuta scambiata con un'attività o una passività in una valuta diversa.

COPPIA DI VALUTE

Le due valute che costituiscono un tasso di cambio. EUR/USD è la coppia di valute più scambiata al mondo.

D
DAY TRADER

Chi compra e vende un'attività nell'arco della stessa giornata. Questo tipo di trading è più comunemente praticato nel mercato forex.

DAY TRADING

È l'attività svolta da quei trader che acquistano e vendono posizioni nell'arco della stessa giornata.

DATA DI CONSEGNA

Il giorno in cui un'operazione su azioni, obbligazioni o opzioni deve essere regolata. In FX questa data è solitamente indicata come data di valuta.

DATA DELL'OPERAZIONE

La data in cui avviene un'operazione.

DATA DELLA TRANSAZIONE

È la stessa data dell'operazione.

DEPOSITO DI SICUREZZA

È la stessa cosa del margine. È l'importo del deposito che si deve versare per aprire una posizione.

DEPRESSIONE

È il momento in cui una valuta o un'altra attività scende di valore.

DOJI

È un modello comunemente utilizzato nell'analisi tecnica. La sua formazione a candela è molto piccola, in quanto traccia i prezzi di apertura e chiusura che sono quasi uguali.

DOMANDA

È il prezzo che un acquirente può accettare quando acquista una coppia di valute.

E
EUR

Rappresenta l'euro, la valuta utilizzata da 19 dei 27 Paesi dell'Unione Europea.

F
FOMC

È un'emanazione della Federal Reserve che detta la politica monetaria negli Stati Uniti.

FONDAMENTALI

Sono i fattori macroeconomici che possono determinare i movimenti dei prezzi, come i tassi di interesse, la bilancia commerciale e i tassi di crescita.

FOREX

Il termine più comunemente usato per indicare il trading in valuta estera.

FX

Abbreviazione comunemente usata anche per indicare il trading di valuta estera.

G
GAMMA

È la differenza tra il prezzo massimo e minimo di un'attività in un determinato periodo di tempo. Il range del giorno è costituito dal punto più basso rispetto al punto più alto di quel particolare giorno.

GESTIONE DEL RISCHIO

I trader intelligenti mettono in atto piani che consentono loro di gestire i rischi a cui si espongono le loro operazioni.

GIORNO LAVORATIVO

È un giorno in cui i mercati sono aperti alle contrattazioni. Nel caso in cui la banca di un paese sia chiusa, non è possibile effettuare operazioni in valuta nella banca chiusa.

GRAFICO A CANDELE

Uno degli indicatori tecnici più popolari e utilizzati. Il grafico segue l'andamento dei prezzi del giorno. Quando la chiusura è superiore all'apertura, il corpo della candela è verde o blu. Quando la chiusura è inferiore all'apertura, la candela è rossa.

GRAFICO A LINEE

È uno dei grafici più semplici utilizzati per seguire i movimenti dei prezzi in un periodo di tempo. Spesso viene utilizzato insieme ad altri grafici per effettuare analisi inter-mercato.

H
HEDGING

È il caso in cui un trader cerca di coprire una posizione aprendone un'altra. Di solito è impostato per proteggersi dalle perdite.

I
INDICATORI ANTICIPATORI

Si tratta di una statistica sull'attività economica che spesso precede le variazioni dei tassi di crescita e altre tendenze significative dei prezzi.

INFLAZIONE

È il caso in cui i prezzi aumentano e il valore d'acquisto del denaro diminuisce.

K
KIWI

Il termine più comunemente usato per indicare il dollaro neozelandese.

L
LEVIGO

Il termine più comunemente usato per indicare la capacità di un trader di utilizzare il margine per effettuare operazioni più ampie. La leva finanziaria può consentire guadagni maggiori ma potrebbe peggiorare le perdite.

LIQUIDITÀ

Si riferisce alla frequenza e ai livelli di negoziazione di un determinato asset. Se un'attività ha un'elevata liquidità, significa che molte persone la comprano e la vendono. Una bassa liquidità significa che quel particolare asset è poco interessante per i trader.

LIMITE DI INGRESSO

Un ordine di acquisto di una valuta o di un altro asset a un prezzo futuro stabilito dal trader. Se il mercato si muove nella direzione opposta, è possibile che l'ordine non venga realizzato.

LINEA DI TENDENZA

Linee rette tracciate per seguire le tendenze dei prezzi. I picchi e le depressioni crescenti seguono i trend rialzisti. I picchi e i cali segnalano una tendenza al ribasso. Se una linea di tendenza viene rotta, di solito significa che sta per verificarsi un'inversione di tendenza.

LONG

È il caso in cui un trader effettua un'operazione con l'aspettativa che il prezzo salga in futuro.

LOONEY

È il nome più comunemente usato per indicare il dollaro canadese.

LOTTO

È il numero standardizzato di unità che vengono scambiate in una transazione fx. Un lotto standard equivale a 100.000 unità della valuta di base. 10.000 unità sono note come Mini. 1.000 unità è un micro lotto.

M
MARGINE

Il margine consente di operare con una leva finanziaria e di trarre maggiori profitti dai movimenti di prezzo, ma potrebbe anche accelerare le perdite. Se ad esempio fate un'operazione con un margine di 50:1, dovrete rischiare solo 10 dollari per aprire un'operazione da 500 dollari.

MARGIN CALL

Si effettua quando un trader non ha abbastanza garanzie per coprire le potenziali perdite. Le posizioni possono essere chiuse se non si aggiungono altre garanzie.

MARGINE INIZIALE

È la percentuale di un titolo che deve essere coperta da un deposito per aprire una posizione.

MARKET ORDER

È il caso in cui un trader effettua un acquisto o una vendita immediata al tasso di mercato corrente.

MERCATO BEAR

Si parla di mercato BEAR quando i prezzi hanno una tendenza al ribasso. Un mercato BEAR può durare settimane o mesi.

MERCATO BULL

Un mercato BULL è quello in cui i prezzi hanno una tendenza al rialzo. Un mercato BULL può durare settimane o mesi.

O
OFF-QUOTE

Può verificarsi in caso di mancanza di liquidità nel mercato che si desidera negoziare. Può anche verificarsi in momenti di volatilità eccezionalmente elevata del mercato.

OFFERTA

È il prezzo che un acquirente può accettare quando vende una coppia di valute.

ORO

Sistema in cui il prezzo dell'oro determinava il valore di una valuta. Questo sistema è stato abbandonato dopo la Grande Depressione degli anni Trenta.

OVER THE COUNTER (OTC)

Si tratta di qualsiasi tipo di transazione che non viene effettuata in una borsa valori fisica.

OVERNIGHT

Un'operazione che si protrae da un giorno all'altro.

P
PANIERE

È un portafoglio selezionato di valute che vengono raggruppate e i cui valori ponderati vengono utilizzati per determinare il valore di un'altra valuta.

PEGGED

È il caso in cui due valute sono equiparate nei loro movimenti. Alcune valute hanno bande di movimento in cui possono muoversi, altre sono più rigide e hanno una minore deviazione.

PIP

Il PIP è il movimento più piccolo che può essere registrato nel mercato dei cambi. Nella maggior parte delle coppie di valute, questo movimento è pari a 0,0001. Nella coppia USD/JPY il PIP più piccolo è 0,1.

POSIZIONE

La posizione è lo stato di un'operazione impegnata. Può trattarsi di una posizione aperta, come definito in precedenza, o di una posizione chiusa di recente.

POSIZIONE APERTA

Si tratta di un'operazione in corso. Può essere un acquisto o una vendita, una posizione lunga o corta.

PRODOTTO INTERNO LORDO

Misura monetaria di tutti i beni e servizi prodotti da un Paese in un determinato periodo.

PRODOTTO NAZIONALE LORDO

Simile al prodotto interno lordo, ma in questa cifra sono inclusi anche tutti i redditi che provengono dall'esterno dei confini del Paese.

R
RALLY

È il caso in cui il prezzo continua a muoversi verso l'alto, in particolare dopo un periodo in cui il prezzo è stato in difficoltà.

REGOLAZIONE

È un'operazione effettuata da una banca centrale quando è necessario correggere squilibri di pagamento o problemi con il tasso di cambio della valuta di una nazione.

RESISTENZA

È il punto in cui gli analisti si aspettano che avvenga la vendita.

RISERVA FEDERALE (FED)

È la banca centrale degli Stati Uniti.

ROLLOVER

È l'ammontare degli interessi che una posizione aperta matura durante la notte.

S
SCADENZA

Conosciuta anche come "ultimo giorno di negoziazione", i trader devono chiudere le loro opzioni prima di questo giorno per realizzare i loro profitti o le loro perdite.

SCAMBIO DI VALUTA ESTERA

L'acquisto e la vendita di una valuta contro un'altra. Il trading online di forex prevede transazioni fuori borsa.

SEGNALE D'ACQUISTO

È un segnale determinato dall'analisi tecnica utilizzata dal trader. Quando si verificano determinate condizioni, questo segnale indica che è un buon momento per acquistare.

SHORT

È l'opposto di una posizione long. In una posizione short, il trader si aspetta che il prezzo diminuisca in futuro.

SLIPPAGE

Si riferisce alla differenza che a volte si può riscontrare nel valore del pip tra il momento in cui viene piazzato un ordine di mercato e il momento in cui viene eseguito.

SOFT MARKET

In questo scenario, ci sono più venditori che compratori. Ciò si traduce solitamente in un rapido calo dei prezzi.

SOSTEGNO

L'opposto di resistenza. È il punto in cui i trader dovrebbero acquistare.

SPIKE

È il caso in cui il prezzo sale improvvisamente. Lo stesso termine viene utilizzato per le grandi e improvvise cadute di prezzo.

SPREAD

È la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita.

SPREAD BID/ASK

È la differenza tra il prezzo bid e il prezzo ask, ovvero tra il prezzo di acquisto e quello di vendita.

STERLING

È un altro nome per la sterlina britannica, che nel forex è nota come "cable".

STOP ALL'INGRESSO

Si tratta di un'istruzione di acquisto o vendita quando un'azione o una valuta raggiunge un determinato prezzo. Un ordine di acquisto fissa un prezzo superiore al tasso di cambio corrente, mentre un ordine di vendita viene fissato al di sotto del tasso di cambio corrente. Questo strumento serve a proteggere i trader da forti perdite e a tutelare i profitti.

STOP DI TRACOLLO

Si tratta di un prezzo di stop-loss fissato al di sopra o al di sotto del prezzo corrente, che può essere modificato in base al movimento del prezzo.

SWAP

È la differenza tra i tassi d'interesse delle banche centrali per ciascuna valuta di una coppia, nonché la commissione del broker, quando le posizioni vengono lasciate aperte durante la notte. Lo swap può essere positivo o negativo a seconda delle variazioni dei tassi di interesse.

SWAP DI VALUTA ESTERA

Si tratta dell'acquisto e della vendita simultanei di quantità identiche di una valuta contro un'altra, ma con due date di valuta diverse. Di solito viene effettuato per garantire prestiti in una valuta estera a tassi di interesse più favorevoli.

SWISSY

È il nome più comunemente usato per indicare il franco svizzero nel forex.

T
TASSO

È il prezzo di una valuta rispetto a un'altra.

TASSO BANCARIO

Il tasso di interesse al quale la banca centrale concede prestiti alle banche nazionali.

TASSO CENTRALE

È il tasso di cambio di una valuta rispetto all'unità monetaria europea. Ciascuna valuta può muoversi in una piccola fascia rispetto al tasso centrale.

TASSO DI CAMBIO

È un tasso di cambio che si ottiene calcolando i tassi di due valute rispetto a una terza, di solito il dollaro USA.

TASSO DI CHIAMATA

Il tasso di interesse sui prestiti a chiamata. Si tratta di prestiti che devono essere pagati a vista.

TASSO FED FUND

È il tasso d'interesse al quale le banche possono prendere in prestito e prestare reciprocamente su base overnight. Indica anche l'opinione della Federal Reserve sullo stato attuale dell'offerta di moneta.

TENDENZA

Termine utilizzato per descrivere il movimento del prezzo. Le tendenze possono riferirsi sia a movimenti al rialzo che al ribasso del prezzo. Un trend minore è quello che si verifica nell'arco di un mese. Una tendenza intermedia si estende da 1 a 6 mesi. Una tendenza maggiore è quella che dura da un anno o più.

THIN MARKET

È il caso in cui il volume degli scambi è basso e la liquidità del mercato è scarsa. Ciò comporta ampi spread tra i prezzi di domanda e di offerta.

TICK

La più piccola variazione nel movimento del prezzo. Può essere sia al rialzo che al ribasso.

TRANSAZIONE

È ciò che avviene quando viene eseguita un'operazione di acquisto o di vendita.

U
UPTICK

Si tratta di una transazione per uno strumento che viene effettuata a un prezzo superiore a quello dell'operazione precedente.

V
VALUTA BASE

È la valuta rispetto alla quale vengono quotati i tassi in una coppia di valute. Nel caso di USD/JPY, ad esempio, la valuta di base è l'USD. La valuta di base è sempre la prima della coppia.

VALUTA CONVERTIBILE

È una valuta che può essere liberamente convertita in un'altra valuta e per qualsiasi scopo senza la necessità di un'autorizzazione da parte della banca centrale competente.

VALUTA FISSA

Qualsiasi valuta facilmente commerciabile e convertibile in altre valute. Una caratteristica dovrebbe essere che è improbabile che il suo valore si deprezzi improvvisamente.

VALUTA QUOTA

È la seconda valuta quotata in una coppia. Nel caso di EUR/USD, la valuta di quotazione è il dollaro USA. La valuta di quotazione è nota anche come valuta secondaria o valuta di contropartita.

VOLATILITÀ

La volatilità è una misura del livello dei movimenti all'interno di un mercato o di un asset. Un'elevata volatilità può portare grandi rendimenti, ma rappresenta anche un rischio più elevato.

Domande e Risposte

Quanti tipi di account sono disponibili?

I nostri clienti hanno la possibilità di scegliere tra tre tipi di account: Silver, Gold e Platinum. Ogni tipo di account è progettato per soddisfare le esigenze e le preferenze di diversi gruppi di trading. Per ulteriori dettagli sugli account, consulta le informazioni fornite qui.

Informazioni sugli Asset